Le Imperatrici

Home / Le Imperatrici

“Una nazione senza bordelli è come una casa senza bagni”

Base

La Locanda delle Lame. Quel nome è piaciuto subito alle Imperatrici e ci si sono installate. Pensano che le simboleggi.

Le Imperatrici

 

Sono bellissime e letali.

Sono l’esercito armato della Suburra e ne difendono i confini, le leggi non scritte. Riparano le ingiustizie, vendicano gli sgarri.

Per sopravvivere, devi piacergli. Se non sei di loro gradimento, sei, semplicemente, fregato. Nel giro di qualche attimo, possono farti vedere il Paradiso e spedirti all’Inferno con un carico di piombo. Il loro cuore è sempre saldo al posto giusto, inchiodato al petto, così come la loro pistola.

Chi le ha incontrate, non le dimentica. E se ti strappano un bacio, potrebbe essere la tua  condanna. Una lama alla gola e spazzano via ogni pensiero, rimane solo un corpo, con addosso il loro profumo provocante e il segno della loro maledizione: una cicatrice. Un simbolo che annuncia una sentenza di morte.

Maledette puttane! Loro sono come le api: uccidono per divertimento e, quando pungono, il veleno ti rimane dentro. Chi è predestinato da questo tocco, non può far a meno di sognarle e aspettare il giorno in cui lo uccideranno: quella sarà la più dolce delle morti.

Tema musicale preferito: la Cavalcata delle Walkirie.