Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce

Nerf Runner - Terre Spezzate

Nerf Runner

27-03-2015

Sabato 16 maggio 2015, a Milano, in un “capannone cyberpunk”, un larp in ambientazione Blade Runner, a base di degrado urbano, alta tecnologia e furibonde sparatorie con dardi di gomma!

• Nerf Runner
• Iscriviti con Paypal
• Personaggi
Ambientazione
MaestroBD, esperto di Shibari e Kinbaku
• Immagini di ispirazione
Come si gioca
• Nerf e regole
• Chi siamo

 

Obayashi Space Elevator, novembre 2019. La prepagata picchietta sulla plastica del tavolo. Una mano tatuata la impugna con sicurezza, muovendola a ritmo con lo sfarfallìo del vecchio neon.
“Questo spazioporto è stato il sogno di qualcuno” dice l’uomo tatuato. “Menti brillanti hanno dedicato le loro migliori energie per costruire l’Obayashi. Governi e zaibatsu si sono indebitati per realizzare questo sogno. Assurdo, no?”
“Proprio così” bofonchia l’altro, lo sguardo perso sulla polvere viola che il tatuato divide in due righe.
“Il più audace progetto ingegneristico che la storia ricordi. La via privilegiata per le colonie extramondo, il trampolino di lancio per una nuova era. Guarda cos’è adesso, Nathan. Ladri di organi, troie, ubriaconi, ricercati, trafficanti d’armi.”
“Proprio così” ripete Nathan senza più fingere interesse. La lingua accarezza le gengive deturpate dalla sintococaina.
La prepagata sparisce in una tasca del completo acrilico. Due righe perfette risaltano sul tavolo, un viola troppo vivace sulla plastica sbiadita. “Ma mi ascolti? Mi servi lucido, stasera dobbiamo lavorare”.
“Proprio così” conferma Nathan, sniffando la sintococa, una riga dopo l’altra.
Un grosso revolver scivola in mano al tatuato, che lo carica con cura, infilando nel tamburo un proiettile di resina dopo l’altro.
“E’ tutto chiaro allora? Il resto dei 5 g lo avrai dopo”.
“Proprio così!” Nathan afferra il revolver, si alza ed esce. La porta resta aperta alle sue spalle. Una techno aspra e lontana scivola nella stanza. Il neon sfarfalla sul corridoio invaso di rottami, sulla schiena di Nathan, sulla canna lucida del revolver.
“Tienila sotto la maglietta, campione.” Il tatuato rimane seduto. “Non ti servirà a molto se gli Smokers ti sparano addosso appena la vedono.”
“Proprio così”. Nathan barcolla lungo il corridoio fino a scomparire.

 

Nerf Runner

Terre Spezzate presenta il suo primo gioco di ruolo dal vivo futuristico: un evento veloce, divertente, trash e inconfondibilmente cyberpunk.

Per una notte, un capannone in disuso alle porte di Milano diventerà l’Obayashi Space Elevator, aggrappato alla Terra da cinquantamila chilometri di nanotubi di carbonio. Un luogo senza morale dove l’unica legge è la pistola… nerf, naturalmente. 60 partecipanti, 17 stanze e 3000 metri quadrati allestiti in stile cyberpunk. Porta il tuo costume e un materassino per dormire, noi pensiamo a cibo, birra e pistole.

Il 10 aprile pubblicheremo le informazioni complete su questa pagina. Il live è in ambientazione Blade Runner ma senza i personaggi del film. Il gioco prevederà momenti d’azione (sparatorie tra gang criminali) e momenti di interpretazione (serata cyberpunk), supportando personaggi di entrambi i tipi. Questo larp non vuole prendersi troppo sul serio, ma ci aspettiamo che sia un’esperienza estetica esaltante: costumi, location, alcol, l’adrenalina delle sparatorie.

 

 

• Dove: a Cesano Boscone (MI). Comunicheremo l'indirizzo esatto ai partecipanti.

• Quando: sabato 16 maggio, vieni alle 19:30. Il gioco inizia a cena e finisce alle 3 di notte. Domenica mattina colazione per tutti e sbaracchiamo.

• Cosa: uno spuntino pre-gioco, un lungo larp serale con abbondante junk food, birre e cocktail degni dei peggiori bar di Caracas. Caffè e biscotti l’indomani.

• Chi: ci saranno una decina di staff e cinquanta giocatori. Il live è a numero chiuso e a prenotazione obbligatoria. 

• Quanto: 27€, che includono cibo e bevande, le armi nerf (dipinte, in prestito) e dardi in abbondanza. Sconti per i neofiti. La quota è qualche euro più alta del solito per comprare le nerf, che non possedevamo. In effetti l’evento è in passivo (il costo reale per persona sarebbe 35€) ma in compenso avremo una dotazione di armi nerf da riutilizzare in futuro.

• Come: potrai iscriverti con Paypal da martedì 31 marzo, alle ore 21. Per i dettagli, seguici qui e sulla pagina facebook.

• Non: non danneggiare la location, non ubriacarti, non fare troppo casino, non uscire all'esterno del capannone. L'area di gioco si trova in una zona urbana ed è fondamentale il rispetto dei proprietari e dei vicini. Dopo la fine gioco spegneremo le luci; il pernottamento in loco non serve a fare un party selvaggio fino all'alba, ma a non farvi schiantare in automobile.

• Perchè:perchè no? Fai troppe domande, campione. Non ti servirà a molto se gli Smokers ti sparano addosso…

 

Iscrivizioni e lista d'attesa

I posti sono esauriti e le iscrizioni sono chiuse! Grazie a tutti!

 

Lista d'attesa

Se non hai trovato posto... c'è ancora speranza! Segnati nella lista d'attesa, in caso di disdette ti contatteremo!

 

Registrati sul gestionale

Dopo che avrai fatto il versamento Paypal, registrati sul nostro gestionale per confermare l'iscrizione e l'appartenenza ai gruppi. Potrai registrarti dalla sera del 31 marzo.

 

 

Personaggi

1) Scegli il gruppo in cui vuoi giocare. 2) Inventa il tuo personaggio!

I gruppi di gioco sono 4 e includono:  tre diverse gang criminali che si contendono la stazione a colpi di nerf, e infine i residenti della stazione. Quest'ultimo gruppo è incentrato sull'interpretazione dei personaggi più che sull'azione.

 Neo-Yakuza: 13 posti. Gang criminale dalla rigida struttura gerarchica e dal look elegante. Gli eredi della mafia giapponese, ormai internazionalizzata e priva di connotazione etnica. 

• Smokers: 13 posti. Gang criminale di coloni spaziali divenuti razziatori. Violenti, non conoscono la disciplina, amano la pelle borchiata e le armi bianche.

Tannhäuser Squad: 13 posti. Gang criminale di ex-mercenari, reduci dell'ultima guerra incapaci di adattarsi nuovamente alla vita civile. Alcuni hanno protesi cibernetiche.

• Obayashi: 18 posti. Non sono un gruppo coeso, ma i residenti dello spazioporto che ne gestiscono i "servizi": baristi, puttane, dj, papponi, tossici, venditori di ramen, piccoli spacciatori e contrabbandieri. Ciascuno gode della "protezione" di una delle bande.

Creazione dei personaggi: ciascun partecipante inventerà il proprio personaggio ispirandosi alla descrizione del gruppo cui appartiene. Il 10 aprile creeremo un gruppo facebook per ciascuno dei gruppi di gioco, in modo che chi vuole possa organizzarsi con gli altri partecipanti, collegare i personaggi e così via. Non ci saranno "schede dei personaggi" da compilare (l'essenziale regolamento, che pubblicheremo il 10 aprile, non include "abilità" o altre cose strane), ma basterà scrivere una semplice e succinta descrizione del comportamento, aspetto, psicologia, obiettivi del personaggio.

 

Neo-Yakuza

“Gli altri possono credere siamo simili a loro, ma non è così. Noi siamo Yakuza: quando i loro antenati erano ancora dei pastori che muovevano i loro greggi per le pianure, i nostri erano i signori del crimine dell'Asia.” L'Oyabun, leader della Neo-Yakuza

Anche nel mondo del crimine è necessario rimanere al passo con i tempi e nessuno lo ha capito meglio della Yakuza: rinunciando al requisito etnico per farne parte ma mantenendo la ferrea tradizione di una gerarchia solida e di un rigido codice di condotta si è aperta  alle possibilità offerte dal divenire globale. Con il crollo dei valori in una società che ti considera esclusivamente come una risorsa economica, questa nuova Yakuza – la Neo-Yakuza – ha offerto a tanti sbandati un prodotto vincente: possibilità di carriera, un gruppo che si prenda cura di te e l'illusione romantica di essere un bandito con un codice d'onore.

A guidare la Neo-Yakuza sull’Obayashi Space Elevator è l’Oyabun, l’incarnazione delle migliori qualità che ogni membro di questa organizzazione dovrebbe avere: elegante, cortese e assolutamente senza pietà. Foto di ispirazione

 

Tannhäuser Squad

“Quando il conflitto è esploso, mi sono arruolato. Quando si è inasprito, ho accettato di rinunciare alla mia umanità. Ora che è concluso, il Governo e il Popolo vogliono spazzarmi sotto il tappeto. Non lo accetto. Mi prenderò quello che merito.” Il Maggiore, leader della Tannhäuser Squad

Prendi la meglio gioventù, mettile una divisa indosso e mandala nel tritacarne della guerra e otterrai la Tannhäuser Squad: reduci dell'ultimo conflitto che la società ha rifiutato perchè incapaci di adattarsi nuovamente alla vita civile. Droghe da combattimento e modifiche bioniche hanno eroso l'umanità di questi individui che vedono i “sacchi di carne” come degli ingrati per cui hanno sacrificato ogni cosa e che nel momento del bisogno li hanno abbandonati.

Questi individui spezzati si sono riuniti in quello che è un miscuglio di compagnia mercenaria e organizzazione criminale, trovando nella vicinanza dei propri simili un brandello di conforto dagli orrori della guerra. 

Il Maggiore è il loro leader, un militare dal grande carisma ma pieno di risentimento per quanto accaduto dopo la guerra. Guida la sua squadra mantenendo una stretta disciplina militare. Foto di ispirazione

 

Smokers

“Fanculo alle colonie. 'Comincia una nuova vita' il cazzo, la verità è che vogliono degli schiavi e noi siamo stati tanto coglioni da accettare. Ma quando abbiamo capito gliel'abbiamo fatta vedere, oh si. E sarà sempre meglio...” Il Caposquadra, leader degli Smokers

Una accozzaglia dei più violenti e chiassosi bastardi da questo lato dei Bastioni di Orione, ecco chi sono gli Smokers. Ex-coloni stanchi di essere vessati dalle autorità coloniali, si sono ribellati e hanno tagliato qualunque legame con il pianeta madre convinti che sarebbero potuti sopravvivere senza l'aiuto di nessuno. Mossi dall'intento di creare una utopia, si sono resi presto conto che senza il supporto della Terra sarebbero morti tutti per stenti e malattie e hanno iniziato a dedicarsi ad attività moralmente meno elevate. 

Saccheggio e pirateria, il tutto in nome di una libertà che ha perso man mano sostanza visto che l'unica legge rispettata è ormai del più forte...ma, ehi, almeno si sono liberati delle autorità coloniali, no?

Il Caposquadra è il loro leader. Rispettato da tutti, ha insegnato agli Smokers che l'unione fa la forza e che non serve la disciplina se tutti rimangono fedeli alla banda e ai propri fratelli. Foto di ispirazione

 

Obayashi's people

“Ok, come posto è una merda ma sempre meglio della Terra. Le uniche preoccupazioni sono l'aria fresca, cibo e acqua, fare attenzione che una delle gang non ti faccia saltare la testa, essere derubati da uno degli altri bastardi... ok, va bene, NON è meglio della Terra!” Anonimo abitante di Obayashi

Puttane e papponi, DJ e venditori ambulanti, baristi e barboni, ladruncoli e cuochi, segaossa senza licenza, tossici e alcolizzati: gli ultimi, i disperati, i più sfortunati che cercano di vivere alla giornata sopravvivendo ai pericoli dell'Obayashi Space Elevator e dei suoi ospiti più o meno graditi. Alcuni – i più astuti – sono legati ad una delle gang da un contratto di “protezione”, gli altri sono lasciati al proprio destino, senza neanche una pistola per difendersi. Cani sciolti che vivono all'insegna dell'ognuno per sé, ma se c'è una cosa su cui riescono a concordare e che senza di loro lo Space Elevator non potrebbe andare avanti: è uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo.

Gli Obayashi non hanno un leader, ma ci sono alcune figure di riferimento che gestiscono gli scalcagnati esercizi commerciali della stazione (il barista, la maitresse, il DJ, il venditore di ravioli ecc.) Foto di ispirazione

 

MaestroBD, esperto di Shibari e Kinbaku

L'attrazione più famosa, esclusiva e ricercata della stazione Obayashi: MaestroBD, il celebre esperto di bondage, sarà presente per deliziare il pubblico, con la sua arte e con la complicità di un'avvenente modella. MaestroBD gode della protezione personale del boss di Obayashi, Kendall Morales; è certo che punk e booster accorreranno da ogni dove per assistere, o magari partecipare, alla sua esibizione.

 

Born in Rome, Italy, MaestroBD started his path as a Rope Bondage Performer in 2000 in the Roman Underground scene. His unique style is a mix of cult Japanese classic form and modern western nostalgia. MaestroBD has performed over 50 stages across the world during the past 10 years. Today MaestroBD is also one of the best shibari teacher in italy, resident performer at  “La Regina Nera” (Bologna) and former staff member of “Ritual The Club” and “Martelive” (Roma). “Boundcon” in Monaco and Austria, “RopeFest” in Saint Petersburg, “Xplore” in Berlin are few of the international presence dates. He recently gave MBD Crew to light, a group of specialized artists in various BDSM subjects, and the MBDStudio, a multifunctional place where MaestroBD hosts and promotes events, shootings and fetish related castings in Rome, Italy. For Video, Pics, Performances and International Tour pls visit www.maestrobd.it

Ringraziamo MaestroBD per la sua disponibilità a questa collaborazione amichevole, in esclusiva per voi! Visitate il suo sito internet www.maestrobd.it e la sua pagina facebook!

 

Immagini di ispirazione (galleria Pinterest)

 

Ambientazione

Ambientazione generale: riguardati Blade Runner e/o leggi questa pratica wikia dedicata al film; in generale, tutto ciò che è vero nel film è vero nel nostro larp.
Nerf Runner si svolge in uno spazioporto, in uno degli space elevator da cui partono le astronavi per le colonie extramondo.

Lo Obayashi Space Elevator fu il primo ad essere costruito, un grandioso progetto misto privato e intergovernativo degli anni 2000. Non divenne mai redditizio e per contenere le perdite fu venduto a una zaibatsu, poi fallita.

Solo parzialmente operativo, fu soppiantato da altri space elevator più moderni, divenendo un luogo marginale e malfamato, abitato da disperati e criminali. Si è riciclato come base per il contrabbando interplanetario di droga e armi, e altre attività losche. Come tutti gli space elevator, non è considerato colonia extramondo ma ricade sotto la giurisdizione terrestre. E’ ancorato sul Monte Chimborazo, nell’ex-Ecuador, scelto perché è il punto più distante dal centro della terra. L’Ecuador è uno stato fallito dopo le Guerre Civili Sudamericane del 2012 e parzialmente occupato dai Marines Coloniali; di fatto Obayashi è quasi senza legge.

Obayashi è abitata da disperati, fuggiaschi, puttane e tipi loschi; è controllata da bande criminali che se ne contendono il dominio. Ovviamente, le bande vivono e hanno affati sulla Terra, ma spesso soggiornano nello spazioporto, perché è l’unico modo per mantenere un controllo diretto sul territorio. I viaggi dalla terraferma allo space elevator sono abbastanza costosi e subordinati alla disponibilità della navetta e alla compiacenza di alti ufficiali corrotti tra i Marines, quindi le gang tendono a minimizzarli benché questo significhi rimanere sull’affollata stazione per lunghi periodi. La prossima navetta utilizzabile in partenza è prevista tra una settimana, quindi, se non avete un’astronave, siete bloccati qui.

Occasionalmente Obayashi riceve brevi visite da parte delle “forze dell’ordine”, ovvero Marines corrotti che passano a raccogliere le mazzette dovute, a godere di droghe e puttane e a verificare che la situazione sia relativamente pacifica. Nessuno di questi si sognerebbe mai di arrestare qualcuno né di ostacolare il contrabbando o altre attività illecite. 

Come su tutte le stazioni spaziali è rigorosamente vietato portare armi da guerra potenzialmente in grado di danneggiare l’integrità della struttura e causare decompressioni. Anche i Marines più corrotti non transigono su questo punto e ormai da tempo le gang criminali si sono rassegnate a utilizzare armi da fuoco caricate con proiettili di resina depotenziati. Considerati “non letali”,  sono in grado di causare fratture, traumi cranici ed eventualmente la morte, ma non possono in alcun modo penetrare il metallo della stazione. 

Negli ultimi due anni la piccola ma spietata gang di Kendall Morales ha preso il controllo della stazione, imponendosi su altre tre bande, riunendole sotto di sè e assurgendo al ruolo di “boss dei boss” di Obayashi. 

Pur controvoglia, i tre leader delle altre gang (l’Obayun, il Maggiore, il Caposquadra) riconoscono il potere di Morales perché ha sempre garantito guadagni a tutte e tre, spartendo il controllo di vari settori dello spazioporto.

[Nota: Kendall Morales e la sua piccola gang sono personaggi Staff, come pure eventuali inviati di governi o multinazionali. Nessuno dei giocatori del live può creare personaggi di questo tipo]

 

Come si gioca

Se non sai cos’è un larp, o se non hai mai giocato, visita questa pagina e guarda il video prima di proseguire: www.grv.it/maigiocato 

Il gioco di ruolo dal vivo, come quello da tavolo, è molto vario e larp diversi hanno obiettivi diversi e modi diversi di divertirsi. Ci sono larp basati sull’immedesimarsi nel personaggio e vivere un’esperienza emozionante, larp che si concentrano sulla creazione condivisa di una bella storia e di scene entusiasmanti, larp in cui contano l’azione, la competizione, l’accumulo e l’utilizzo strategico delle risorse. Si va, letteralmente, dall’improvvisazione teatrale al soft air.

Nerf Runner vuole essere un evento dalla doppia anima: insensate sparatorie nerf, unite al piacere di vivere un’esperienza cyberpunk fatta di eccessi e degrado. Queste due anime saranno entrambe rappresentate dai diversi momenti del live, e dai diversi gruppi di personaggi che lo popolano.
La prima parte dell’evento sarà esperienziale: una serata cyberpunk nei bassifondi, con personaggi che incarnano un’umanità ribelle, immorale, alienata. I personaggi del gruppo Obayashi sono rivolti in modo particolare ai giocatori che apprezzano questo tipo di gioco.
La seconda parte dell’evento sarà progressivamente sempre più competitiva: un gioco di intrighi e tradimenti, in cui tre squadre si contenderanno pistole, proiettili e altre risorse per giungere alla resa dei conti. Durante la sparatoria finale anche le regole cambieranno, abbandonando ogni pretesa di realismo o coerenza in favore della massima resa ludica possibile (in concreto: i personaggi “sparati” si riprenderanno in pochissimo tempo, per poter tornare a sparare di nuovo; leggi la sezione “Nerf e Regole” per i dettagli). I personaggi appartenenti alle tre gang criminali sono pensati per supportare in particolare il gioco competitivo.

La doppia anima di Nerf Runner sarà racchiusa in un unico corpo: l’evento è uno solo e tutti ci dobbiamo giocare insieme.

Quindi, quale che sia il tuo gruppo di gioco o il momento del live, ci sono alcuni assunti fondamentali che tutti devono sempre rispettare e abbracciare:

Fair play: come in una gara o sport. Conosci le regole, seguile nella lettera e nello spirito, non avvantaggiarti, dai ai tuoi avversari la soddisfazione di giocare con impegno per far “primeggiare” il tuo personaggio, concedi e rispetta la vittoria altrui. In caso di scorrettezze gravi, parla discretamente con uno staff, senza interrompere il gioco altrui. Riassumendo, non fare lo stronzo. 
Roleplay: come a teatro. Parla e agisci sempre come il tuo personaggio, finché il gioco non finisce. Quando qualcuno ti parla, rispondi a tono: a ogni azione drammatica del gioco, deve corrispondere una reazione significativa e interessante. Non fare battutine e non parlare dei cazzi tuoi, che comunque non interessano a nessuno.
Cosplay: come in un film. L’estetica del live deve aiutare il gioco e l’immedesimazione. Noi faremo buone scenografie, tu fatti un costume decente, fedele allo spirito del cyberpunk e di Blade Runner, senza troppi “anacronismi”. Se vuoi e puoi, fatti un costume bello: curato, eccessivo, decadente, appariscente, ricco di gadget, trucco e parrucco.

Infine, due parole sulla logistica: portati un materassino o brandina, e se vuoi quello che ti piace per "arredare" la tua location di gioco. Ciascun gruppo riceverà un ambiente, parzialmente allestito dai nostri scenografi, che durante il gioco sarà il “covo” del tuo personaggio, e dopo la fine del gioco sarà il tuo giaciglio per dormire. Invitiamo chi ne ha voglia a organizzarsi sul gruppo facebook per arricchire l’allestimento del proprio ambiente, rendendolo più simile possibile a una bidonville cyberpunk nello spazio… facile, no? Precisiamo che si dorme al chiuso, dentro il capannone (non riscaldato, ma a metà maggio non sarà freddo). Non ci sono letti, ma i vostri materassini. Non ci sono docce, ma bagni con gabinetti e lavandini. E’ categoricamente vietato fare casino fuori dal capannone, anzi sia durante il gioco sia dopo ci aspettiamo che tutti i partecipanti rimangano all’interno senza dare spettacolo nel cortile o nel parcheggio. E’ categoricamente vietato dormire in automobile fuori dal capannone: se vuoi dormire in auto, accendila, guidala per qualche chilometro e vai a fare il barbone da un’altra parte.

 

 

Nerf e regole

• Intensità e sicurezza
• Combattimento
• Nerf contro armi bianche
• Il medico
• Sostanze chimiche
• La resa dei conti
• I Replicanti

Intensità e sicurezza

Ricorda la regola d’oro: non fare cazzate! Non farti male, non dare fastidio agli altri. Capiterà di essere abbracciati, afferrati, insultati, trasportati a braccia, baciati, perquisiti, minacciati, colpiti con armi nerf o spranghe di gomma; accetta tutto, ma senza esagerare. 

Per tarare l’intensità del gioco e del contatto fisico, ci sono tre parole di sicurezza che tutti conoscono e rispettano:

“VACCI PIANO”: continua a giocare, ma fai attenzione o cambia argomento; mi dai fastidio
“E’ TUTTO QUI”: fai pure, anzi di più! Se vuoi, non ho problemi a giocare questa scena più intensa o fisica, es. “dammi pure uno spintone, SE VUOI”.
“PAUSA”: mi hai fatto male, ho perso gli occhiali, mi hai messo a disagio… se senti questa parola di sicurezza devi lasciare in pace l’altro.

Parole di sicurezza a parte, il contatto fisico deve sempre essere gestito in modo graduale e progressivo, cercando la complicità delle persone coinvolte.

Zone vietate: gli oggetti e le zone con il nastro giallo e nero sono proibiti, pericolosi, fuori dal gioco, non puoi toccarli o entrarci.

Combattimento

Useremo pistole nerf, come pure armi bianche “moderne” in lattice. (mazza da baseball, katana, machete ecc.). Entrambe sono innocue, ma è comunque vietato colpire in testa, in faccia, sul collo. Inoltre, con le armi in lattice non devi mai colpire a piena potenza, né in affondo, né all’inguine. Se lo fai per sbaglio, concedi lo scontro.

Siano nerf o armi bianche, accusa e interpreta ogni colpo che subisci. Nel gioco, fanno maledettamente male e ti fanno perdere almeno una frazione di secondo. Inoltre, ogni colpo che subisci ti fa… sempre più male:

Effetti dei colpi

Primo colpo - Di striscio. Ti è andata ancora bene: stringi i denti e tiri avanti.
Secondo colpo - Ferito: sei malconcio. Scegli se usare le braccia (es. cadi a terra ma spari) oppure le gambe (es. puoi camminare ma non combattere), finché non ti visita un medico
Terzo colpo - Sconfitto: sei esausto, stordito, dolorante, disarmato, sottomesso… come vuoi, ma non puoi usare le braccia né le gambe. Stai giù, punk. Puoi solo trascinarti da un medico… se trovi qualcuno disposto a sorreggerti.

Pugni, calci e taglierini

I taglierini hanno la lama di carta stagnola, e i coltelli sono retrattili di plastica. Queste piccole armi, come il combattimento disarmato, non sono abbastanza sicuri per una gestione “agonistica” e quindi sono lasciati alla libera improvvisazione dei giocatori. I piccoli coltelli possono essere usati per minacciare personaggi colti di sorpresa, le risse possono essere interpretate con la complicità dell’altro. Chi viene accoltellato, o riempito di “calci” quando è a terra, sceglierà se considerarsi Ferito o che altro.

Nerf contro armi bianche

Con le armi bianche, puoi colpire una volta per assalto. Non incalzare la vittima con gragnuole di colpi. La vittima non può essere colpita finché non ha finito di accusare il colpo precedente - con le armi bianche, contano solo i colpi che la vittima interpreta.

Con le nerf, spara veloce quanto riesci! Tutti i dardi nerf a segno contano. La vittima può essere crivellata in un istante se ci sono abbastanza pistole. Anzi, bada ai dardi che ti colpiscono, spesso non è facile sentirli. Ne bastano 3 e vai completamente fuori combattimento.

Le armi e i dardi nerf sono tutte fornite dallo staff; non puoi portarle da casa. Le armi bianche puoi portarle se sono tipicamente moderne (ovvero, se sono armi accettabili per un live fantasy, non sono accettabili per Nerf Runner). Lo Staff ne distribuirà alcune e comunque nessun gruppo di gioco potrà avere più di 6 armi bianche in lattice.
Tutte le armi, come pure tutti gli oggetti di gioco, potranno essere rubati e scambiati durante l’evento.

Il medico

In ogni gruppo ce n’è uno e finché non ti visita, non inizierai a guarire.
Per medicarti deve spogliare la parte ferita e usare diversi oggetti scenici appropriati (bisturi, flebo, bende, sangue finto). Lo staff fornisce alcune cassette di pronto soccorso ma chi vuole può portarsi materiale da casa, purché non sia tagliente o appuntito. Il medico darà una breve diagnosi e indicazioni sulla convalescenza; è il medico a decidere come caratterizzare la ferita.

Dopo che il medico ti ha rattoppato, se rimani a riposo guarirai in 10 minuti se eri Ferito, +10 minuti se eri Sconfitto. La medicina moderna fa miracoli, punk.

Morte

Il tuo personaggio muore solo se decidi di farlo morire. Pessima idea, perché dovrai uscire dal gioco, o lo Staff ti manderà a interpretare l’asciugatore di bicchieri del bar.

Ti consigliamo anche di svenire molto raramente: anche quando sei Sconfitto è sempre più divertente interpretare lo shock, gridare di dolore, insultare quel bastardo...

Sostanze chimiche

La vita sull'Obayashi Space Elevator non è certo fra le migliori, e non sono pochi quelli che cercano rifugio in paradisi artificiali o un piccolo “aiuto” per affrontare una situazione spinosa. 

Le droghe sono simulate e innocue, ma vanno assunte fisicamente (es. la “cocaina” è latte in polvere, come nei film, e va sniffata veramente). Se sei allergico al latte in polvere, non sniffare.

Nu-Coke (latte in polvere e colorante viola)
Inizialmente ti senti euforico e socievole per poi cadere in una fase depressiva in cui sei ansioso, paranoico e irritabile. I dettagli sono a tua discrezione, e ricorda che questa droga piace a chi la usa e dà dipendenza.
Berserk (capsule farmaceutiche vuote, arancioni)
Droga da combattimento, sei aggressivo e insensibile al dolore, ignori completamente i primi due colpi che subisci.
Twitter (lacrime artificiali monodose)
Sei confuso e docile per circa quindici minuti; risponderai sinceramente ad ogni domanda che ti viene posta e solo al termine degli effetti ricorderai distintamente cosa è accaduto.
Killers (capsule farmaceutiche vuote, bianche e blu)
Antidolorifici che aiutano la guarigione: serve comunque un medico, ma i tempi sono dimezzati a 5 minuti se eri Ferito + 5 minuti se eri Sconfitto.

La resa dei conti

A un certo punto nella seconda parte del live, entreranno in vigore regole semplificate e ultrarapide per la sparatoria. La “resa dei conti” sarà annunciata da un brano di opera, Diva Dance da “Il Quinto Elemento” (il DJ non manderà altri pezzi simili in precedenza).

Alla fine del brano, di 5 minuti, entreranno in vigore le regole da resa dei conti:

se sei Ferito, guarisci da solo in 1 minuto (+1 minuto se sei Sconfitto)
se il medico ti fascia, guarisci istantaneamente
se assumi una pastiglia di Killers, guarisci istantaneamente
se vieni Sconfitto per tre volte, la tua disfatta è compiuta. Non sei più in grado di prendere un’arma, le tue pretese vengono ignorate, finisci all’ospedale o al cimitero, ti sottometti… decidi tu i dettagli.

Nota che i personaggi possono arrendersi, essere disarmati o legati ben prima di essere Sconfitti per tre volte.

I Replicanti

I Replicanti sono macchine di aspetto umano: individui sintetici dotati di caratteristiche fisiche superiori, creati per scopi bellici e per l’esplorazione spaziale. In seguito a una rivolta, furono esiliati nelle colonie extramondo e se si azzardano a tornare sulla Terra vengono “ritirati” dalle forze di sicurezza. Indistinguibili dagli umani, se non tramite il test di Voigt-Kampff e la loro forza e resistenza sovrumane.

Forza sovrumana: il Replicante usa la frase in codice “... voi umani…” per comunicare la sua forza straordinaria. Ad esempio: Jack afferra per il bavero Razor, che gli afferra il braccio e ribatte "Sciocco. VOI UMANI siete troppo arroganti". Jack capisce che Razor è un replicante, e si contorce di dolore sotto la sua stretta d'acciaio...

Resistenza sovrumana: servono molti colpi per Ferirli e per Sconfiggerli. Inoltre, non devono arrestarsi o simulare dolore per i colpi delle armi bianche: li contano e vanno avanti.

Per fortuna, l’Obayashi Space Elevator è sotto la giurisdizione terrestre e quindi al sicuro da questi robot assassini.

 

Chi siamo

Nerf Runner è un larp di Andrea Macario, Camilla Colombo, Chiara Tirabasso, Davide Capozza, Francesco Piccolo, Francesco Pregliasco, Gianmaria Giardino, Lorenzo Nicolosi, Manuel Bongiovanni, Paola Tigrino, Rossana Morabito.

 

Evento Facebook

 

il nuovo sistema funziona alla grandissima, anche e soprattutto per chi non è un veterano del gioco di ruolo dal vivo