• …e vissero tutti felici e contenti

L’esperienza

L'esperienza

“E se le favole non fossero come ce le hanno sempre raccontate?
Come sarebbero principi e principesse costretti a vivere nel mondo dei mortali?
Esiste davvero il "per sempre felici e contenti"?


Ispirato dalle fiabe dei fratelli Grimm, Fables, American Gods, Once Upon a Time e The Wolf among Us, Fable vi trascinerà in un mondo di fantasia contemporanea.
Un mondo che sta ormai svanendo.
Venite a cercare il vostro Lieto Fine.

ISPIRAZIONI

Chiunque conosce le canoniche fiabe: da “Cenerentola” a “Il gatto con gli stivali”, nei secoli passati, ogni genitore ha letto almeno una fiaba al proprio figlio.
Ma siete certi che le fiabe siano sempre state come ci vengono raccontate?
In questo evento si è voluto aggiungere alla violenza delle Fiabe dei fratelli
Grimm il senso di alienazione e di straniamento di The Wolf Among Us, di Fables e di Once Upon a Time e la rassegnazione di American Gods, trasportando le fiabe del folklore nel nostro mondo.

TEMATICHE

Vero Amore

Tutti conosciamo l’amore: un sentimento che ci cambia, ci plasma, ci porta a ridere o piangere. Ma quanti possono dire di conoscere il Vero Amore? Il Vero Amore è la cosa più forte che esista, è avere un cuore in due. Ed è ciò che molti personaggi delle fiabe incontrano, nel corso delle loro storie. Per un fatato, il Vero Amore è tutto: chi lo perde è condannato ad una vita infelice.
Ma che valore ha il Vero Amore nel mondo reale?

Lieto Fine

Quasi ogni fiaba si conclude con le magiche parole “...e vissero per sempre felici e contenti”. La felicità, nelle fiabe, è il fine ultimo, l’obiettivo che ogni eroe brama. Ma nel mondo reale è un’illusione, una menzogna. Nessuno è felice davvero, tutti desiderano più di quello che già hanno. E spesso, per ottenere quel “di più”, si sacrifica ciò che ci rende davvero felici.

Buoni e Cattivi

Nel mondo delle fiabe tutto è molto semplice e lineare.
Da un lato esistono i buoni: il nobile principe, la bella principessa, il cavaliere valoroso. Dall’altro i cattivi: la strega, l’orco, la matrigna.
Ma nella realtà tutto è più complicato. Nella realtà non esistono solo bianco e nero, ma anche una vasta gamma di sfumature di grigio. Dove la matrigna potrebbe non essere così cattiva, ma solo triste, e il cavaliere non così valoroso, ma solo arrogante... Qual è la verità? Quanto vale veramente l’etichetta di buono o cattivo?

Classico e moderno

Se le fiabe sono rimaste pressoché immutate nel corso dei secoli, lo stesso non può dirsi dei nostri usi e costumi. Ecco quindi che il dualismo tra la narrazione “vecchia” delle favole e il “nuovo” mondo che si è andato costruendo nei secoli si scontrano, generando straniamento e senso di esclusione, di inadeguatezza. Come si saranno adattati, dunque, i personaggi delle fiabe? Sogneranno ancora come facevano nel loro mondo? O saranno ormai divenuti parte della grande macchina della modernità, da cui nessuno può più scendere?

Come si gioca

Come si gioca

COS’È UN LARP O UN GIOCO DI RUOLO DAL VIVO?

LARP sta per Live-Action Role Playing: in italiano, gioco di ruolo dal vivo (GRV).
È una versione elaborata e più adulta del gioco per bambini
facciamo finta che...
È come ritrovarsi sul set di un film che non ha copione e il cui esito è determinato dalle scelte e azioni dei giocatori. Ma, come è noto, un video vale più di mille parole! Il brevissimo filmato qui di fianco (prodotto da Court of Moravia) mostra molto chiaramente, in circa 2 minuti, cos’è un gioco di ruolo dal vivo e come funziona. Se non l'hai ancora fatto, guardalo e ti risolverà ogni dubbio!

REGOLE DI INTERPRETAZIONE

Non preoccuparti: sono semplici e, giocando insieme agli altri, diventeranno naturali. Ricorda solo il presupposto principale: “What You See Is What You Get”, tutto ciò che vedi è reale, tutto ciò che dici e fai è vero, non c’è bisogno di immaginare nulla, perché tutto ciò che esiste materialmente è a tutti gli effetti in gioco. Ogni azione che il tuo personaggio compierà dovrà essere eseguita realmente; non è ammesso mimare una pistola con le dita né descrivere a parole un’azione.

  • Rimani sempre nel personaggio

    Un larp è vivere una vita non tua, prendere una vacanza da se stessi: lasciati andare e sii il tuo personaggio, sempre, mentre parli, mentre agisci, mentre mangi e mentre riposi;

  • A ogni azione corrisponde una reazione

    È questo il bello: ogni tua azione, parola, gesto influiranno sugli altri e sulla trama stessa - siete voi giocatori i veri registi;

  • Accetta sempre le azioni altrui

    Ovviamente non sei l’unico “regista”; come nella vita vera gli altri modificano, con le loro parole e le loro azioni, il fluire della storia: accetta le azioni altrui, anzi prendine spunto per “colorare” la trama che tutti assieme, in modo corale, state realizzando;

  • Non si vince

    Dunque barare non ha alcun senso; lasciati andare a quest’esperienza, forte, intima, immersiva e condivisa.

SAFEWORDS

Quando si interpretano situazioni insieme ad altri giocatori, è bene avere un semplice set di regole base per gestire al meglio il tuo coinvolgimento senza pericoli. Vogliamo che tu sia in grado di comunicare chiaramente i tuoi limiti, e decidere l’intensità del gioco che preferisci senza interrompere lo svolgersi del live.
Potrai infatti decidere tu quanto andare in fondo e gestire il tuo eventuale imbarazzo e fastidio; se necessario, questi limiti saranno scanditi da due codici, utilizzabili in qualsiasi momento che comunicheranno i tuoi limiti senza interrompere il flusso del gioco:

  • Vacci Piano! 

    Se la scena interpretata con il tuo interlocutore ti crea disagio, dolore o tocca argomenti e situazioni per te sgradevoli o imbarazzanti, senza uscire dal personaggio puoi pronunciare “vacci piano!”, in questo modo gli altri giocatori sapranno che è necessario diminuire l’intensità dell’azione di gioco.

  • È tutto qui? 

    Ti sembra che qualcuno si stia trattenendo nei tuoi confronti? Che la scena non sia abbastanza intensa, forte, drammatica? Faglielo sapere con un “(è) tutto qui?”, così potrai comunicargli che per te è tutto a posto ed è possibile calcare la mano.

Non avere paura di usare queste safewords e non rimanerci male se qualcuno le usa con te, sono una forma di sicurezza per rendere l’evento corale e piacevole a tutti.
Ricorda inoltre che ”vacci piano” è un ordine
perentorio mentre “è tutto qui?” rappresenta più un suggerimento, se ritieni che la scena sia già abbastanza forte non sei tenuto a calcare la mano.

SÌ, MA… COME MI VESTO A FABLE?

Grazie di averlo chiesto! Nelle prossime settimane faremo uscire una comoda guida: “Vestirsi da favola”. Al suo interno troverai preziosi consigli e spunti su come vestire il tuo personaggio.

GUIDA EVENTO

Di seguito verrà pubblicata, nelle prossime settimane, la Guida Evento, un documento che contiene le regole e le meccaniche di gioco presenti a Fable. Invitiamo tutti i giocatori a leggerla.

Iscriversi

Iscriversi

Per partecipare a Fable è necessario iscriversi in anticipo.

Le iscrizioni apriranno il 28 aprile 2017 alle ore 21.30 per i sostenitori e il 4 Maggio 2017 alle ore 21.30 per le quote standard e ridotte.
Il giorno di apertura delle iscrizioni, verrà pubblicato un pulsante PayPal per poter versare la quota di partecipazione. Ciascuna opzione di pagamento si bloccherà automaticamente all'esaurimento dei posti disponibili: se il pulsante PayPal ti permette di versare la quota significa che ci sono ancora posti.
Segui questi semplici passaggi:

  • seleziona la quota prescelta e versala con PayPal, ricordandoti di inserire nome e cognome per ciascun giocatore per cui stai richiedendo l’iscrizione.
    Fai attenzione a selezionare l’opzione corretta tra quelle disponibili.
  • crea un account sul GESTIONALE di Terre Spezzate e iscriviti all’evento Fable
  • entro 48 ore un membro dello Staff ti invierà una email automatica di conferma
  • a Maggio i personaggi saranno selezionabili e potrai scegliere il tuo.

L’evento è a numero chiuso, per un massimo di 44 giocatori per replica.
I posti verranno assegnati a chi si iscriverà prima, per ogni fascia, fino ad esaurimento dei posti.
Per venire incontro a chi ha poco denaro e non potrebbe permettersi di partecipare altrimenti, abbiamo riservato 6 posti per replica a prezzo ridotto. Per favore, non abusare di questa opzione a meno che non sia per te strettamente indispensabile. Le quote di partecipazione tra cui è possibile scegliere sono:

Sostenitore
Dal 28 aprile alle 21.30
50,00
Standard
Dal 4 maggio alle 21.30
32,00
Non ho mai giocato
Massimo 3 posti a replica
20,00
Ho bisogno di soldi
Massimo 3 posti a replica
20,00

SABATO 26 AGOSTO


Iscrizioni Fable - Sabato 26 Agosto
Nome e Cognome del giocatore




DOMENICA 27 AGOSTO


Iscrizioni Fable - Domenica 27 Agosto
Nome e Cognome del giocatore




Potrai passare alla quota sostenitore in qualsiasi momento, semplicemente contattando un membro dello Staff che ti fornirà le indicazioni su come farlo.
La quota sostenitore comporta, oltre all’eterna gratitudine dello staff, alcuni piccoli vantaggi:

  • possibilità di iscriversi in anticipo all’evento, assicurandosi un posto
  • possibilità di prelazione sulla scelta dei personaggi: i sostenitori vengono abilitati alla scelta dei personaggi in anticipo rispetto agli altri partecipanti
  • la soddisfazione di aver contribuito a realizzare qualcosa di bello e di unico!

LISTA D’ATTESA

Qualora i posti fossero esauriti, non disperare. Se vuoi partecipare assolutamente all’evento, potrai metterti in lista d’attesa, compilando e inviando questo form.
In caso si liberassero dei posti, verranno contattate le persone in lista d’attesa in ordine di prenotazione.

TI SEI ISCRITTO, MA NON PUOI PIÙ PARTECIPARE?

L’iscrizione a Fable sarà rimborsabile, ma con tempistiche e modalità ben precise.
Se per qualsiasi motivo decideste di ritirare la vostra presenza, sino al 20 Giugno riceverete indietro il 50% della quota versata.
Oltre questa data non sarà più possibile alcun rimborso.

COLLABORAZIONI

Come da tradizione di Terre Spezzate, è richiesto a tutti i partecipanti di contribuire alla buona riuscita del live dando una mano in una delle molte mansioni necessarie all'evento. Abbiamo un meccanismo per il quale ciascun giocatore aiuta in una qualche fase del live, senza rinunciare a neanche un momento di gioco. Per collaborare, offriti sul gestionale per una delle collaborazioni "fuori gioco" che compariranno qui durante il mese di giugno. Se vuoi darci una mano extra e offrirti per due collaborazioni, naturalmente lo puoi fare!
Ci riserviamo di
negare la partecipazione al larp a coloro che non si offrissero nei tempi previsti per una collaborazione. Offrirsi per collaborare non è opzionale.
Se desideri informazioni sul live o chiarimenti sulle dinamiche di iscrizione puoi contattare lo staff mandando una mail a fable.larp.ts@gmail.com.
Assicurati però di aver letto bene le informazioni contenute nel sito, dovresti trovare tutto (o quasi) quello che ti serve!

Location e orari

“Ricordo ancora la mia infanzia, presso il Forte. A quei tempi mi fingevo un pirata, un cavaliere, un principe.
Poi crescendo capii che potevo essere molto di più: potevo essere uno scrittore.”
Jacob Ludwig Carl Grimm

Per la durata dell’evento, il Castello di Gorzone si trasformerà nel Forte del Focolare, residenza storica appartenuta alla famiglia Grimm e ora riconvertita a meta turistica. Le mura della struttura vi narreranno del tempo in cui le fiabe vennero scritte, riportandovi a dove tutto è iniziato.

ORARI E COME ARRIVARE

”Fable” si svolgerà in DUE REPLICHE tra loro separate:

  • la prima, sabato 26 agosto 2017
  • la seconda, domenica 27 agosto 2017.

Gli orari di ritrovo per preparativi e workshop saranno:
Sabato 26 - Prima replica: arrivo entro le 13:00. Include una cena al termine dell’evento.
Domenica 27 - Seconda replica: arrivo entro le 9:30. Include un pranzo prima dell’evento.
Per rispetto di tutti i partecipanti, ti raccomandiamo la massima puntualità!
Il luogo di ritrovo sarà il
Castello di Gorzone, vicolo della Foresta, Darfo Boario Terme (BS). Coordinate 45°53′18″N 10°10′15″E
Parcheggio: una volta arrivato, potrai parcheggiare comodamente sulla via principale e raggiungere il Castello a piedi, dopo una breve salita. La strada per il Castello è disagevole per le auto e non è utilizzabile come posteggio.

Prima replica - sabato 26 agosto

  • Entro le ore 13:00 - Ritrovo con i giocatori. Portatevi un panino, il larp NON include il pranzo!
  • Dalla 13:00 alle 14:15 - Iscrizioni e formalità, foto singole e di gruppo in costume e tour guidato della location e degli ambienti giocabili.
  • Entro le 14:15 - Tutti pronti in costume, inizio dei workshop e preparativi per il gioco. Non possiamo garantire la partecipazione all'evento a chi non si presenterà entro le ore 14:00.
  • Ore 16:00 - Inizio del gioco.
  • Ore 23:00 - Fine del gioco e cena a buffet. A seguire festa e Gran Ballo.

Seconda replica - domenica 27 agosto

  • Entro le ore 9:30 ritrovo con i giocatori.
  • Dalle 9:30 alle 10:45 - Iscrizioni e formalità, foto singole e di gruppo in costume e tour guidato della location e degli ambienti giocabili.
  • Entro le 10:45 - Tutti pronti in costume, inizio dei workshop e preparativi per il gioco. Non possiamo garantire la partecipazione all'evento a chi non si presenterà entro le ore 10:30.
  • Ore 11:30 - pranzo a buffet
  • Ore 12:30 - Inizio del gioco
  • Ore 19:30 - Fine del gioco, saluti e smontaggio.

IL GRAN BALLO

Al termine della replica di sabato, daremo una piccola festa all’interno dell’area di gioco aperta ai partecipanti di entrambe le repliche.
Durante la festa, chiunque lo desideri avrà la possibilità di prender parte al “Gran Ballo”.

I saloni del castello risuoneranno della musica che tutti noi portiamo nel cuore, permettendovi di danzare al fianco di principi, principesse, streghe e cavalieri.
La festa inizierà al termine della replica di sabato. Invitiamo, pertanto, i partecipanti alla replica di domenica che desiderano esser presenti già dalla sera prima ad attendere pazientemente al di fuori della location. Terminata la replica un membro dello Staff giungerà ad accogliervi.
Porteremo, per allietare la serata, una piccola dotazione di bevande, ma ti invitiamo a portare generi di conforto extra da condividere: saranno molto graditi!
Il “
Gran Ballo” non rappresenta un proseguo dell’evento, ma piuttosto un’occasione per passare la serata nelle sale del castello a chiacchierare, ballare, brindare e divertirsi assieme agli altri giocatori.
Ricordiamo che, se vuoi, potrai fermarti a dormire all’interno del castello la notte del sabato. In questo caso ti chiederemo di versare
10 € supplementari alla porta.
Quindi, se desideri fermarti per la notte, per continuare a intrattenerti con gli amici e senza avere la preoccupazione di rientrare dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo, questa è un’ottima occasione! La festa è aperta anche a chi parteciperà alla replica di domenica, e può essere un’ottimo modo per essere già in loco la mattina seguente. Non saranno presenti letti, dunque ogni giocatore dovrà munirsi di
sacco a pelo, materassino e, eventualmente, un cuscino. Nel caso in cui siate particolarmente “freddolosi”, vi consigliamo di portarvi una coperta aggiuntiva. Non sarà consentito piantare tende.
In ogni caso, le sale del castello andranno liberate tassativamente entro le ore 8:30 della mattina seguente, in modo da permettere l’allestimento per la seconda replica.

Ambientazione

Ambientazione

“C'era una volta una foresta incantata abitata dai classici personaggi che conosciamo. O crediamo di conoscere.
Un giorno si ritrovarono in trappola in un luogo dove fu loro rubato il Lieto Fine.
Nel nostro mondo.”

C'era una volta, tanto tanto tempo fa, un mondo immaginario fatto di mistero, magia e fantasia, un mondo in cui tutto era possibile.
C’era una volta, non molto tempo fa, un mondo in continuo mutamento, un mondo reale dove viveva l’uomo.
Giunse il giorno, tuttavia, in cui il velo fra i due mondi fu sollevato e tutti i personaggi che vivevano nel primo si ritrovarono persi e spaesati nel secondo. In un mondo dove il libro è sostituito dal tablet e le fiabe raccontate attorno al fuoco hanno lasciato il posto al cinema.
Giunsero in un luogo in cui la fantasia è un difetto, in cui la magia non è altro che cialtroneria… in un mondo in cui il ricordo dei personaggi delle fiabe è marginale e confuso… Sino al giorno in cui le loro storie incominciarono. piano piano, ad essere dimenticate. E, con la loro scomparsa, vennero condannati all’oblio anche loro: contadino e signore, calzolaio e cavaliere.
Fable racconta di principi e fate, di streghe e orchi, di incantesimi e malefici, di amori e tradimenti.
E lo racconta con l’occhio di chi conosce il vero nemico: la realtà.
Perché, se siamo tutti bravi a sognare, lo siamo un po’ meno nel confrontarci con l’asprezza della vita moderna e i ritmi che ci vengono imposti.
Ecco che quindi non esistono più i libri delle favole, sostituiti dagli e-book e dai cartoni animati, né la tranquillità della vita domestica, rimpiazzata dallo stress dai frenetici ritmi del lavoro e della socialità.
Esiste solo la realtà… senza Lieto Fine.

 

LE FIABE NEL NOSTRO MONDO

C’era una volta, molti anni fa, un regno incantato. Questo regno era popolato dai classici personaggi delle fiabe che vivevano in felicità la loro vita, crogiolandosi nel proprio Lieto Fine.
Nessuno di loro saprebbe dire con certezza cosa accadde quella notte di molti, molti anni prima, né perchè al mattino si svegliarono in un posto diverso da quello in cui si erano coricati.
Una magia? Un sortilegio? No. A portarli nel mondo degli uomini era stata la penna di un uomo,
Ludwig Grimm.
Correva l’anno 1812, e mentre Napoleone si avviava verso il fallimento del suo impero, il mondo delle fiabe toccò, per la prima volta, quello degli uomini, obbligando i personaggi della fantasia ad una vita nel mondo reale.

Nessuno seppe dire come ciò fosse stato possibile, ma fu da subito chiaro ai personaggi della fantasia che erano intrappolati in un mondo molto diverso dal loro.
Un mondo in continuo cambiamento dove non esisteva, per nessuno, il Lieto Fine.

LE FIABE E I PERSONAGGI

Fable pesca a piene mani dalla letteratura fiabesca dell’ottocento, riproponendo le fiabe dei fratelli Grimm. Queste fiabe, tuttavia, non sono come ci sono sempre state raccontate: capita quindi che personaggi e accadimenti si mescolino a creare storie molto differenti dalle originali. Non stupitevi, dunque, se la favola differisce da quella che vi hanno sempre letto. Dopotutto, chi ha mai detto che le cose andarono davvero come vi sono state raccontate?
Ma andiamo ora a presentare le storie protagoniste di questo evento.

Tutti conosciamo le favole di Biancaneve e La bella addormentata, dove una regina cattiva o una perfida strega costringono la fanciulla in un eterno maleficio. Sino al giorno in cui l’eroe, il principe valoroso e puro di cuore, le salva. Sono le fiabe che rappresentano il sogno di ogni piccina di essere una principessa, e di ogni fanciullo di essere un cavaliere.
Il gatto con gli stivali e Pollicino rappresentano il tema dell’inganno necessario: in entrambe le fiabe, l’eroe si salva utilizzando uno stratagemma poco nobile, garantendosi la sopravvivenza e la vittoria sull’antagonista. Oltre a questo, grandi ricchezze vengono ottenute da chi sa usare, con maestria, il proprio cervello.
In
Jack e il fagiolo magico e Il pescatore e la moglie ci viene invece consegnata una morale: accontentarsi di ciò che si possiede evita molti guai e, in alcuni casi, l’ira di un gigante. Sono entrambe storie leggere, in cui l’avidità conduce i protagonisti a confrontarsi con grandi avversità.
La piccola fiammiferaia e Il pifferaio di Hamelin ci portano tristemente al lato crudele delle fiabe, dove dei bambini perdono la vita. Chi per il freddo, chi per una malefica musica. Non c’è felicità, né c’è un Lieto Fine. Sono, forse, le fiabe che maggiormente si accostano alla realtà del nostro mondo.
I sogni, potenti mezzi per il Lieto Fine, ci vengono mostrati in
Cenerentola, La bella e la Bestia e Raperonzolo. Storie diverse, accomunate da un desiderio, da un sogno da raggiungere. Fiabe che mostrano la forza d’animo delle protagoniste intente a lottare contro le avversità per garantirsi un briciolo di felicità.
Cappuccetto Rosso e Hänsel e Gretel segnano invece la rivalsa dei fanciulli, dimostrando come nessun male possa realmente nuocere ai piccoli abitanti delle fiabe. Anche quando essi smarriscono la via o si attardano nel folto del bosco. Sono storie piene di suspance, che dimostrano come ai più piccoli non manchi il coraggio.
Barbablù e Tremotino, infine, ci mostrano il mondo delle fiabe dal punto di vista dei villains, persone che alla fine non sono mai destinate a un Lieto Fine. Le loro storie rappresentano come il protagonista, se è cattivo, non può vincere, ma è costretto a chinare il capo e vedere le sue azioni vanificate. Insomma, non c’è mai felicità per i cattivi.

L’ULTIMA LETTURA

E calata l’ombra della notte più oscura
Dove tutto finisce, e tutto poi inizia
Girovaga l’anima triste e insicura
A chiedere fio per la grande ingiustizia.
Da strade e da piazze tutti correranno
Seguendo il profumo della casa natale
Nel fine dell’ottavo mese dell’anno
Per essere eterni in un mondo mortale
E l’ultimo avo, chinato lo sguardo
Trascinerà il dito sul libro ingiallito
Ecco, quello sarà il truce traguardo
Che vi dirà se si è vinto oppur fallito
Perchè di ricordi si vive, ma pure si muore
L’ultimo atto della scena a voi è affidato
Per esser ricordati dentro un cuore
O come fumo ciascun venir via spazzato
Giungete infine innanzi al focolare
Che diede li natali a tutti voi
E dentro quel castello secolare
Sarete in ultim’atto schiavi o eroi.

Ogni personaggio delle fiabe, ridestandosi nel mondo mortale, udì distintamente queste parole, da quel momento indelebili nella sua memoria. Il significato fu chiaro a tutti: in un anno non meglio specificato, alla fine dell’ottavo mese, tutti avrebbero sentito un richiamo attirarli verso il Forte del Focolare, il castello dove Ludwig Grimm scrisse le sue fiabe portando i personaggi nel mondo reale. In tale occasione un nonno avrebbe letto per l'ultima volta una fiaba ad un bambino…
E poi cosa accadrà ai personaggi della fantasia?
Il loro ricordo mano a mano svanirà? Sono destinati veramente a morire? Il tempo delle fiabe è veramente ormai passato o c'è per loro una possibilità di sopravvivenza? E vale veramente la pena vivere in un mondo in cui sembrano non essere più necessari?

Personaggi

Personaggi

 “Il mio mondo vive di sogni e sta morendo di realtà.”

SCELTA DEL PERSONAGGIO

I personaggi di Fable possiedono due differenti identità:

  • la prima, reale, appartiene al mondo delle fiabe: questa rende chiaro chi era il personaggio prima di entrare a far parte del nostro mondo;
  • la seconda, fittizia, è l’identità che essi hanno assunto nel mondo degli uomini.

Quando sceglierete il vostro personaggio, avrete tuttavia a disposizione SOLO l’identità del mondo fatato (con le sole eccezioni che troverete nei gruppi di gioco).
Questo vuol dire che non avrete idea di quale sia la professione del vostro personaggio nel mondo moderno né di quale sia il suo nome “fasullo”.
Vi invitiamo a non rivelare a nessuno quale avete scelto, in quanto l’alone di mistero che circonda ogni personaggio sarà parte integrante dell’esperienza del gioco.
Una volta che tutti i personaggi saranno stati richiesti, provvederemo ad assegnarvi il vostro
alter ego. In questa fase, comparirà il nome che ogni fatato ha assunto nel mondo moderno, assieme alla sua professione. Esattamente come per la fase precedente, non rivelate a nessuno chi siete. Tenetelo per il gioco.
L’unico consiglio che lo Staff si sente di darvi è “
cercate il vostro Lieto Fine”.

I GRUPPI DI GIOCO

I personaggi di Fable sono suddivisi in cinque gruppi, descritti qui di seguito.

I BUONI

“I veri eroi non sono mai perfetti come le leggende che li circondano.”

Quale peso comporta essere l’eroe di una storia? Ma soprattutto: siamo certi che le gesta di un eroe vengano narrate sempre in modo imparziale?
Fanno parte di questo gruppo quei personaggi che, nell’immaginario collettivo, vengono additati come i buoni delle fiabe. Personaggi a cui la fortuna ha sempre arriso e che sono giunti al proprio Lieto Fine.
Ma ora che ogni finale è stato stravolto, riusciranno a ottenere nuovamente la bramata felicità?

I CATTIVI

“Ogni storia ha bisogno di un cattivo affinché un eroe possa dimostrarsi tale.”

Quali abissi sono celati nel cuore di chi fa della malvagità la propria ragione di vita? Quali incubi tormentano le notti di streghe ed orchi, costretti a vivere nell’ignominia la propria esistenza? E ancora, qual è il limite che discerne il cattivo dal semplice uomo?
I personaggi di questo gruppo vivono col peso di azioni o fama negative a loro attribuite, costretti a marchiarsi del titolo di “cattivi”. Per loro non c’è mai stato un Lieto Fine: nessuna gioia può spettare a chi è additato come l’antagonista del racconto. Eppure, forse c’è ancora una possibilità…

I NUOVI DEI

Gli dei muoiono. E quando muoiono davvero nessuno li piange o li ricorda. Uccidere le idee è più difficile, ma prima o poi si finisce con l’uccidere anche quelle.

Quale sensazione si prova ad essere un dio immortale in un mondo che marcia verso la fine? Quali ricordi portano nel cuore le nuove divinità, mentre accarezzano distrattamente ogni nostra esistenza? E a chi spetta decretare il significato della parola “Dio”?
Traendo ispirazione da "American Gods", fanno parte de
I Nuovi Dei personaggi eccentrici e particolari. Essi rappresentano specifici aspetti del mondo contemporaneo, aspetti che toccano la vita di ogni persona.
Quale motivo li abbia condotti al
Forte, tuttavia, resta un mistero per tutti.

I FIGLI DI DOMANI

“Domani, e poi domani e poi domani, striscia di giorno in giorno a passi corti verso l’ultima sillaba del tempo prescritto...”

Cosa vuol dire preservare un ricordo oltre lo scorrere del tempo, solo per dimenticarcene tra uno, due, dieci o cento anni?
I Figli di Domani sono il primo dei due gruppi composti da soli due personaggi. Entrambi i personaggi in questo gruppo sono di sesso maschile e non provengono dal mondo fiabesco.
Pur volendo mantenere un alone di mistero su questi personaggi, possiamo dirvi che essi sono consigliati a giocatori che non abbiano paura di essere costantemente al centro dell’attenzione.

LE MEMORIE DI IERI

“... e tutti i nostri ieri hanno rischiarato a degli sciocchi il cammino polveroso che conduce alla morte.”

Come può esser considerato dolce il dover sopportare il peso di un destino da compiersi?
Come per
I Figli di Domani, anche il gruppo de Le Memorie di Ieri consta di soli due personaggi, questa volta femminili, che non fanno parte del mondo fiabesco.
I personaggi contenuti in questo gruppo dovranno confrontarsi con la realtà di un mondo in cambiamento e con la perdita delle tradizioni, trovandosi a dover scegliere tra ciò che desiderano e ciò che è giusto fare.

CONSIGLI E SUGGERIMENTI

Alcuni personaggi di Fable riporteranno, congiuntamente al teaser, alcuni consigli e suggerimenti. Vi invitiamo a leggerli attentamente prima di scegliere il vostro personaggio.
Ci teniamo in particolare a sottolineare la definizione
HARDCORE: questa dicitura implica la disponibilità del giocatore a prestarsi a scene di gioco particolarmente intense, forti e particolari, o ad affrontare tematiche decisamente sensibili, che per alcuni potrebbero risultare potenzialmente sgradevoli o imbarazzanti, ma mai e in nessun caso illegali o pericolose.

LEGGI LA DESCRIZIONE DEI PERSONAGGI

Tutti i personaggi di Fable sono visualizzabili sul gestionalePresto potrete scegliere il vostro alter ego.

Contatti

Contattaci

Per qualunque informazione riguardo all'evento Fable, non esitare a conttattarci utilizzando il modulo qui sotto.

Che la magia abbia inizio!




Credits

Qui rendiamo omaggio a coloro che hanno lavorato e stanno lavorando per dare a tutti un Lieto Fine...

Grazie a tutti, di cuore!

 

UN EVENTO DI

Antonio Falanga

SCRITTO E ANIMATO DA 

Antonio Falanga
Bernardo Chiti
Camilla Cozzini
Daniela Petrosillo
Francesca Medda
Gianluca Razza
Michela Bernini
Tiziana Bonifatto 
Tommaso Nonvino

SCENOGRAFIA

Beatrice Carraro
Ilaria Fucale

SITO E GRAFICA

Camilla Cozzini
Tommaso Nonvino

Un grazie speciale a tutti i collaboratori, tra aiutanti sul campo e PNG

 

Created by potrace 1.10, written by Peter Selinger 2001-2011 Layer 1 Created by potrace 1.10, written by Peter Selinger 2001-2011 Layer 1