Avevi una casa, un lavoro, una vita. Tutto questo ora non esiste più
Ci sei solo tu e pochi altri disperati, che ora dopo ora tentano di sopravvivere
Nove giorni di campagna larp, ispirata a The Walking Dead

L’Apocalisse è arrivata, orde di morti camminano sulla terra. Hanno fame. E anche tu



18-20 maggio | 6-8 luglio | 10-12 agosto

Leggi la Guida Evento in pdf

E anche La Guida ai Vaganti, i Personaggi e Gruppi, il Bignami con le regole più importanti, o scarica un PDF unico con tutte le guide

Guarda tutte le foto oppure i bellissimi video dei primi capitoli!

La Campagna

Cos'è una campagna?

DEAD INSIDE è una campagna larp di tre eventi collegati tra loro, per un totale di nove giornate di gioco, che si svolgeranno tra maggio e agosto 2018.

Per chi fosse alle prime armi con il larp, o gioco di ruolo dal vivo, il termine campagna indica semplicemente una serie di eventi collegati da un unico filo conduttore, che permette di esplorare il mondo di gioco e i legami con gli altri personaggi in maniera più approfondita e coinvolgente. In altre parole è come un’unica storia in più puntate; quindi, pensando ad un larp one-shot come la narrazione di un film che si sviluppa e si conclude, una campagna è invece simile ad una miniserie televisiva.


1 larp, 3 capitoli

L’esperienza e le vite dei protagonisti si svilupperanno in tre episodi, o capitoli del loro personale Diario dell’Apocalisse.

Capitolo 1: Strangers - Sconosciuti | 18-20 maggio

“Fight the dead. Fear the living.”

L’apocalisse si è scatenata sulla terra, nessuno sa come o perché. A poche settimane dal disastro, gruppi di sopravvissuti alla disperata ricerca di un luogo sicuro dividono il cammino, l’angoscia, le incertezze: le risorse sono scarse, la paura e la fatica soverchianti... e dietro ogni volto sconosciuto potrebbe nascondersi una minaccia peggiore dei vaganti.

Capitolo 2: Monsters - Il mostro che è in noi | 6-8 luglio

“Quanti Vaganti hai ucciso? Quante persone hai ucciso? Perché?”

E’ passato del tempo da quando la mera sopravvivenza era l’unico imperativo, per alcuni è giunto il momento di rafforzarsi, organizzarsi, proteggere le proprie risorse, forse persino aggrapparsi al sogno di una nuova società. Ma chi ce l’ha fatta, chi ancora lotta e vive in un mondo da incubo ha pagato di certo un prezzo, e quel prezzo è un po’ della sua innocenza, della sua umanità, un pezzetto della sua anima. Cosa ci rende esseri umani, e quanto invece noi stessi siamo mostri gli uni per altri?

Capitolo 3: Save the Last One - Sopravvivere | 10-12 agosto

“Quando esci là fuori rischi la vita, quando bevi dell'acqua rischi la vita. E oggi respiri e rischi la vita. Ogni momento qua ti lascia senza scelta. L'unica scelta che puoi fare, è per cosa rischiare la vita.”

Abbassare la guardia è facile. D’altronde si fa l’abitudine a tutto, anche al costante stato di allerta, a quel brivido lungo il collo che ti ricorda il tuo immutabile posto nell’apocalisse: la preda. Per alcuni abbassare la guardia potrebbe rivelarsi l’ultimo fatale errore, lo sprofondare nuovamente nel caos dei primi giorni, nel terrore, nelle fauci di una morte orrenda. Per altri abbassare la guardia potrebbe significare una flebile luce di speranza, il sogno di tornare a vivere e riscoprirsi persone. Ogni scelta, ogni opportunità, ogni nuova alba, inevitabilmente, ha un costo di sangue da pagare.

Posso giocare un solo capitolo?

Ogni capitolo della nostra storia è anche un evento larp perfettamente giocabile e godibile da solo, ed infatti questa campagna ispirata all’universo delle serie tv permette sia di vivere l’esperienza lunga giocando tutti e tre gli eventi, sia di partecipare ad un singolo capitolo di DEAD INSIDE.

È quindi possibile iscriversi e scegliere il personaggio che si desidera giocare tra due tipologie:

• "Personaggi Regular": circa 75 personaggi presenti a tutti e tre gli eventi che andranno a comporre il gruppo di "protagonisti" (in pratica, per chi è un fan della serie tv The Walking Dead, sarete Rick Grimes, Shane, Daryl e Merle, Carol ed il resto dei sopravvissuti inquadrati nei primi episodi).

• "Personaggi Guest Star": circa 25 personaggi, diversi per ciascuno dei tre capitoli. Questo gruppo è particolarmente indicato a chi non può presenziare a tutti e tre gli eventi, in quanto sarà composto da personaggi protagonisti di un singolo capitolo (in pratica, per chi è un fan della serie tv The Walking Dead, sarete Herschel e le sua famiglia, oppure il Governatore e i suoi uomini, ecc.).

Mortalità: In un evento ispirato all'universo di The Walking Dead è ovvio aspettarsi un certo tasso di mortalità. Inoltre, la morte del proprio personaggio è un’occasione imperdibile per ritornare come vagante!
Detto questo, per preservare il divertimento dei giocatori, regole e convenzioni faranno sì che le morti avvengano quasi tutte nel finale o nella seconda parte di ciascun evento.
Dettaglieremo queste regole nella Guida Evento.
In caso di morte di uno dei personaggi Regular, per l’evento successivo il giocatore sceglierà il suo nuovo personaggio tra le fila delle Guest Star, ma a seconda di come si evolverà il gioco è possibile che questo personaggio diventi un Regular.

Posso giocare "due su tre"?

Se vuoi giocare un personaggio "Regular" ma puoi partecipare solo a DUE capitoli della campagna su tre, non c'è problema: all'evento cui manchi, il tuo personaggio sarà "disperso" oppure "andato a cercare provviste" e tornerà al successivo.

Ambientazione

L’esperienza di gioco

DEAD INSIDE è una campagna larp di Terre Spezzate che si focalizza sul vivere in prima persona una vera e propria apocalisse zombie, una sofferta storia corale in cui l’obiettivo più importante è la sopravvivenza in un mondo in cui ogni cosa, viva o inanimata, potrebbe rivelarsi una minaccia.
Che siate appassionati dei grandi classici sui morti viventi o nuovi fan della serie “The Walking Dead” non fa differenza: questo evento vi garantirà un’esperienza coinvolgente e adrenalinica: vi ritroverete nei panni di superstiti disperati con il cruciale obiettivo di arrivare indenni ad un’altra alba, e poi un’altra ancora.

DEAD INSIDE è un larp di genere drammatico, con influenze horror e alcune dinamiche di gioco d'azione e sopravvivenza. DEAD INSIDE ritrae le vita e le scelte di persone comuni nelle prime settimane che seguono un'invasione di morti viventi. I protagonisti e le comunità cui appartengono vivranno la tensione tra l’imperativo di sopravvivere e la volontà di rimanere umani.
La necessità di restare vivi ad ogni costo, l'orrore di un mondo in decomposizione ed il dolore cocente del lutto possono spingere anche la persona più mite nei recessi più profondi dell'umana crudeltà; la paura, ancestrale e soverchiante, dei sopravvissuti può rivelarsi più letale dei vaganti.
Sei pronto ad esplorare gli orrori che conducono un essere umano a trasformarsi in eroe o mostro, e a scoprire quanto sottile può rivelarsi la linea tra preda e predatore?

“Noi siamo i morti viventi” (The Walking Dead)


Da un momento all’altro nulla è più lo stesso. Tutto ciò che ti circondava, tutto ciò che eri convinto di sapere e tutto ciò in cui credevi è stato distrutto o è mutato al punto di essere diventato irriconoscibile. Il mondo è l’inferno e la tua esistenza, la tua stessa vita è un incubo perpetuo dal quale è impossibile svegliarsi.

L’apocalisse è arrivata: orde di morti camminano sulla terra. Hanno fame. E anche tu.

Famiglia

Cos’è la famiglia? Solo qualche settimana fa non avresti avuto dubbi sulla risposta, ora il solo pensarci ti lascia appeso in un limbo irreale, tra i ricordi dorati delle persone che amavi e il terrore di un presente putrefatto e insidioso. Forse hai ancora accanto qualcuno che ami, qualcuno da proteggere, ma la gran parte dei tuoi famigliari, amici, colleghi, vicini di casa sono ora corpi in decomposizione, orbite vuote e fauci affamate: mostri. A questo punto la scelta è tra il vivere nella sofferenza, o provare a crearsi una nuova famiglia, qualunque cosa questo significhi adesso.

Nuova società

Perché continuare a lottare? Il cibo scarseggia, così anche l’acqua potabile e i medicinali; tutto quello che era importante è ormai sparito o peggio: si è trasformato e cerca di ucciderti. Così quelli che ancora vivono sono costretti a farsi la guerra, o ad unire le forze, sempre che dissapori e preconcetti passati non aprano vecchie ferite…

Il prezzo della sopravvivenza

In tempo di crisi e in condizioni disperate si può arrivare a pensare che tutto è lecito, pur di vedere un nuovo giorno. Qual è il valore della moralità ormai, e qual è il limite che mette in chiaro cosa è giusto e cosa non lo è? L’etica, l’ideale, il credo religioso, hanno ancora senso in un mondo alla rovina, o sono gli unici appigli per continuare a potersi chiamare uomini, e non bestie? Ci si può concedere il lusso di essere uomini?

Homo homini lupus

Come si fa a capire di chi fidarsi e di chi sospettare quando tutti sono disposti a qualsiasi cosa pur di sopravvivere? Dopotutto sei circondato dalle più feroci creature del pianeta: gli esseri umani.

“I nostri ideali sono morti, io sono uno zombie.” (G. Romero)

L'Apocalisse

"Quando non ci sarà più posto all'inferno, i morti cammineranno sulla terra".


Nell'arco di sole tre settimane l'umanità, all'apice della propria evoluzione, va incontro ad un olocausto di proporzioni bibliche.
Vaganti, Infetti, Erranti, Contagiati, Azzannatori, Appestati; ciascuno chiama i morti a proprio modo, ma la sostanza non cambia: i morti risorgono, spinti da un'insaziabile fame di carne viva. Un solo morso può scatenare il contagio: la pandemia è inevitabile, così come l'ecatombe che si porterà via miliardi di persone.Nessuna spiegazione è plausibile. Nessuna cura o soluzione viene trovata per l’impossibile catastrofe.
La paura lascia il posto all'incredulità: nonostante la nostra organizzazione, la nostra tecnologia, i nostri armamenti, la nostra scienza medica, nulla sembra fermare l’avanzata dei vaganti. Tutto si rivela tragicamente inutile.
I governi cadono uno dopo l'altro, la Legge cessa di avere valore.
Il mondo sprofonda nell'inverno del suo peggiore incubo di morte.
L'istinto di sopravvivenza prende il sopravvento rendendo evidente ciò che già era chiaro a tutte le altre specie viventi: l'uomo è il più feroce dei predatori!

Le città, gigantesche tombe brulicanti di morti affamati, sono state evacuate, sebbene troppo tardi per contenere l’apocalisse. Le strade sono un ingorgo di auto ferme, paralizzate come l’intero sistema economico e sociale che un tempo chiamavamo vita.
Con colpevole ritardo le autorità militari e gli operatori sanitari hanno improvvisato dei campi profughi in luoghi isolati per accogliere i sopravvissuti in fuga dai centri urbani, eppure nessun luogo sembra più sicuro: i ponti radio non funzionano, le notizie sono scarse, l’unica certezza è che l’intera nazione è in ginocchio e che le autorità, o quel che ne resta, non sanno come arginare il disastro. O forse, sussurrano alcuni, non esiste più alcun genere di autorità, e l’ignoranza sulla situazione generale in cui viene mantenuta la popolazione civile serve solo ad evitare che si scateni un panico ancora peggiore: poiché i campi-rifugio ancora in piedi sono come un sacco di sabbia che cerca di arginare il mare, destinati a soccombere sotto le inarrestabili ondate di infetti, come tutto il resto.

DEAD INSIDE, ispirandosi alla letteratura e alla più classica filmografia sui morti viventi, è ambientato negli Stati Uniti, in particolare in Kentucky, ed inquadra vari gruppi di sopravvissuti, raccontando le loro vicissitudini a sole poche settimane dall’inizio del disastro.

Personaggi

In DEAD INSIDE vogliamo raccontare la storia di persone comuni trascinate all’improvviso in una spirale di follia e di disperazione.

Immagina di dover lasciare la tua casa. In questo esatto istante. Dovrai passare una notte all’addiaccio. Come ti prepari? Chi vorresti al tuo fianco? Cosa ti porti? Quanti di noi, abituati alle comodità della vita domestica, sono preparati ad abbandonarle da un momento all’altro?

Eppure questo è esattamente quello che è successo. Per settimane i media hanno continuato a ripetere alla popolazione di mantenere la calma, e di continuare ad avere la fiducia nel Governo. Fino a quando si è reso evidente a tutti che il protocollo di contenimento dell’esercito si è rivelato un fallimento completo.

I gruppi principali

Vedi la lista completa dei gruppi oppure la Galleria dei Personaggi

Gruppi di gioco

Ognuno di noi, nei momenti di crisi, guarda per prima cosa alla famiglia, al nucleo degli affetti. Così è stato anche nell’Apocalisse: tutti i personaggi provengono da piccoli gruppi comuni, composti in parte da parenti, amici, colleghi, e in parte da sconosciuti incontrati durante la fuga dai grandi centri abitati. In quei frenetici primi giorni, spesso è stata la forza del gruppo a permettere la sopravvivenza dei singoli e la disperazione ha messo alla prova alcuni legami, ma ne ha consoldiati altri. Ovviamente, nulla obbliga i personaggi a restare nello stesso “gruppo di origine” durante lo svolgimento della campagna.
In un contesto di crudele sopravvivenza che fa tornare l’uomo ad essere un animale, l’incontro-scontro tra i diversi “branchi” è una delle tematiche fondanti di questo larp.

Una situazione di pericolo costante inevitabilmente mette a nudo la nostra natura più profonda. In una realtà dove ogni scelta può veramente significare la differenza tra vivere e morire, siamo a costretti ad osservare con schietto cinismo le nostre convinzioni.
Oltre all’appartenenza ad un gruppo iniziale, ogni personaggio sarà anche definito dalla sua visione del mondo, prima e dopo il Disastro, trovandosi non di rado diviso tra le proprie idee e quelle dei suoi compagni, o addirittura accomunato nelle proprie opinioni a persone che detesta, o di cui non si fida.

Creazione Scelta e Definizione dei Personaggi

I personaggi sono scritti dagli organizzatori e pubblicati esponendo un brevissimo teaser che inquadra nome, gruppo iniziale di appartenenza, alcune caratteristiche salienti della sua personalità. Vedi Galleria dei Personaggi - oppure leggi tutti i teaser

I teaser dei personaggi sono stati pubblicati sul Gestionale di Terre Spezzate: Capitolo 1 | Capitolo 2 | Capitolo 3. A fine maggio e inizio giugno pubblicheremo i personaggi "Guest Star" per i capitoli 2 e 3; poco dopo, permetteremo a ciascun partecipante di richiedere i propri personaggi preferiti, in ordine di gradimento, compilando un form online. Una volta assegnato il personaggio avrai accesso alla parte “riservata” del personaggio, in cui troverai tutte le informazioni personali in suo possesso: una breve descrizione di chi era prima dell’apocalisse, i legami con altri personaggi, le sue inclinazioni e caratteristiche, eventuali segreti e dettagli.

Tra un capitolo di gioco e il successivo, ai soli giocatori di personaggi Regular, ovvero ai protagonisti della campagna DEAD INSIDE, verranno poste delle domande a cui rispondere basandosi sull’esperienza vissuta dal personaggio fino a quel momento, che li guideranno nella definizione della loro personalità e nel capire se, e quanto, siano stati cambiati dall’Apocalisse.

Lista dei gruppi di gioco

Galleria dei personaggi

Informazioni pratiche

DEAD INSIDE vuole rappresentare, in sicurezza e relativa comodità, anche l’aspetto della “sopravvivenza” , tipico degli scenari da fine del mondo.

Alloggio

I partecipanti dormiranno in tenda, cucineranno su fuochi da campo o fornelli a gas, mangeranno scatolame o l’occasionale cibo fresco che riescono a trovare. I sopravvissuti dovranno avere tutto il loro bagaglio e le provviste in uno zaino comodo, ed essere in grado di trasportarlo tranquillamente camminando. Le eccezioni sono le tende, e una parte di brandine, materassini e provviste, per il quale lo Staff vi darà un piccolo aiuto nel trasporto (vedi oltre).
Giocheremo in bella stagione e in pianura, non serve nessun equipaggiamento né preparazione specifica. Sono però necessarie scarpe e abiti comodi, una bottiglia o borraccia, ed è sempre consigliabile avere un capo impermeabile e/o un cappello.

Tutto l’equipaggiamento per campeggiare e per mangiare è a carico di ciascun partecipante, non viene fornito dallo staff.

Che cosa offrono lo staff e la location?

Portare con sè tutto ciò che serve per campeggiare, cucinare e mangiare per tre giorni è molto arduo e sarebbe troppo scomodo per il tipo di larp che vogliamo fare.
Quindi, lo staff organizzerà le cose in modo da rendere l’apocalisse più vivibile e meno faticosa di quanto sarebbe realistico, dando diversi “aiutini” ai partecipanti. In particolare:

acqua: sarà sempre disponibile in abbondanza, o acqua corrente o taniche e bottiglie disposte nei luoghi frequentati. La scarsità d’acqua non sarà in alcun modo tema del gioco.
gabinetti: anche quando la location fosse priva di servizi, forniremo WC chimici in ogni accampamento.
coordinamento campeggio: lo staff aiuterà ciascun gruppo di personaggi a organizzarsi per avere una tenda, un fornello e tutto il resto da condividere.
prestito materiali campeggio: potremo fornire alcuni materiali a quei pochi giocatori che non riuscissero a rimediarli altrimenti: fornelli, stoviglie, materassini, tende, sacchi a pelo
stoccaggio bagagli: ci sarà un’area “sicura” in cui depositare bagagli extra, non necessari per il gioco.
aiuto con il trasporto: per alleggerire i sopravvissuti dalle tende e da qualche materassino, lo staff potrebbe fornire ad alcuni gruppi di gioco un’auto o una carriola. O anche far lasciare, prima che il larp inizi, una parte dei bagagli di gioco nel luogo in cui i personaggi finiranno per accamparsi.
“colpi di fortuna” : i personaggi potrebbero trovarsi temporaneamente senza riparo e senza provviste, ma alla fine nessuno verrà lasciato a dormire digiuno sotto la pioggia. Anche nelle peggiori avversità, i giocatori possono aspettarsi che prima di notte troveranno fortunosamente un rifugio e almeno qualche barattolo di fagioli.
safe zone: se va tutto a rotoli e hai fame e freddo, non esitare a raggiungere la safe zone, in cui potrai stare all’asciutto, riposare, mangiare qualche snack, chiedere aiuto dello staff e così via. DEAD INSIDE non è una prova di sopravvivenza, ma un gioco in cui vivremo alcune esperienze di sopravvivenza in un contesto simulato.

Mi serve una mano

Se hai esigenze specifiche che ti rendono difficile o impossibile trasportare tutto il tuo equipaggiamento (es. età, handicap motori, un infortunio), non preoccuparti.
Lo staff sarà lieto di aiutarti “piegando” le regole per farti trovare il bagaglio dove ti serve o comunque per agevolare la tua partecipazione al larp.
Di contro, ci si aspetta ovviamente che i partecipanti in grado di camminare con uno zaino pieno senza problemi, lo facciano.

Vitto

Come detto, tutto l’equipaggiamento per campeggiare e per mangiare, incluso il cibo, è a carico di ciascun partecipante. Nell’era dei morti viventi, non ci sono ristoranti né mense.

Per ciascun capitolo della campagna, ogni sopravvissuto dovrebbe portarsi sei pasti per nutrirsi durante il gioco: cena di venerdì, colazione, pranzo e cena di sabato, colazione e pranzo di domenica.

Tuttavia, lo staff offrirà il pranzo di venerdì, prima dell’inizio del gioco; uno spuntino domenica, dopo la fine; e inoltre, molte provviste durante il larp.
L’equivalente di circa due pasti per ciascun partecipante sarà fornito dallo staff, sotto forma di provviste che i sopravvissuti dovranno cercare. Infine, cibo di emergenza sarà sempre disponibile “fuori gioco” nella safe zone.

Per tutti questi motivi, raccomandiamo a ciascuno di prevedere una dotazione molto, molto leggera di provviste; circa l’equivalente di 2 o massimo 3 pasti completi, anziché 6. Non dimenticate che il cibo pesa; se vi riempite lo zaino di soppressata, sarà difficile sfuggire ai vaganti.

Infine, chiediamo a tutti i giocatori di impegnarsi per portare solo cibo che sia appropriato per un’apocalisse di morti viventi negli Stati Uniti.
Sono passate tre settimane da quando l’energia elettrica ha iniziato a mancare, quindi i cibi freschi e deperibili sono da evitare, salvo giustificazioni particolari. Anche i cibi “troppo italiani” sono da evitare, ma è facile: laddove spaghetti Barilla e un barattolo di pesto pronto stonerebbero subito, riso e ketchup vanno benissimo.

Orari e appuntamenti

Ciascun capitolo della campagna avrà i propri orari, ma indicativamente: il ritrovo è il venerdì, verso mezzogiorno; domenica sarà tutto concluso prima delle 17. Il larp vero e proprio inizia nel pomeriggio di venerdì e finisce domenica dopo pranzo.

Non è possibile partecipare parzialmente al larp; non garantiamo la partecipazione a chi non si presenterà in tempo per il ritrovo di venerdì (ma vedi l’opzione Zombie Walk).

 

Iscriviti

Se vuoi iscriverti come morto vivente, ignora questa sezione e vedi: ZOMBIE WALK

Ciascun capitolo di DEAD INSIDE è un evento per circa 100 giocatori. Sono APERTE LE ISCRIZIONI a tutti e tre gli eventi, tramite compilazione di un modulo online sul gestionale di Terre Spezzate:
• modulo iscrizioni per Capitolo 1: 18-20 maggio;
• modulo iscrizioni per Capitolo 2: 6-8 luglio;
• modulo iscrizioni per Capitolo 3: 10-12 agosto.
Gli iscritti "Regular" al primo capitolo NON hanno bisogno di reiscriversi ai successivi, abbiamo già registrato la vostra iscrizione all'inizio. Grazie!

La quota di partecipazione dovrà essere versata in contanti all’evento (o a un precedente larp di Terre Spezzate, se ci giochi; se invece non hai ancora giocato con noi, ti chiediamo una caparra di 30€ tramite paypal).

Per aiutare i giocatori giovani o diversamente ricchi, abbiamo tenuto bassa la quota (60€) e inoltre previsto molti posti ulteriormente scontati. Altri sconti saranno disponibili per chi ci aiuterà a realizzare l’evento svolgendo alcune collaborazioni specifiche.
Inoltre, come sempre, è possibile Sostenere l’evento versando una quota maggiore. I Sostenitori ricevono la nostra gratitudine, nonché la prelazione nella scelta dei personaggi.
I Produttori Associati versano una quota ancora maggiore, ma ottengono la nostra eterna gratitudine, la prelazione sulla scelta del personaggio anche rispetto ai Sostenitori, la possibilità di concordare con lo Staff modifiche al proprio personaggio, e l’iscrizione a un esclusivo gruppo Facebook in cui lo Staff sarà lieto di rispondere a tutte le domande e di inviarvi anticipazioni riservate.

I 100 giocatori di ciascun capitolo includono circa 75 Regulars e 25 Guest Stars. Il costo per le due tipologie di personaggi è identico, ma chi vuole giocare il Regular dovrà iscriversi per l’intera campagna fin dall’inizio. La quota totale (che copre tutti e tre gli episodi) dovrà essere versata per metà al primo evento, e per metà al secondo evento. Non vi saranno rimborsi in caso di assenza a uno degli eventi.

Chi gioca la Guest Star, invece potrà iscriversi per ciascun evento, e versare la quota del singolo evento quando si presenta. Le iscrizioni ai Guest Star di tutti e tre i capitoli sono aperte!.
Se vuoi giocare un personaggio "Regular" ma puoi partecipare solo a DUE capitoli della campagna su tre, non c'è problema: scegli questa opzione quando ti iscrivi, nel caso ti chiederemo di versare +10€ sulla quota, per aiutarci a coprire le spese della campagna che rimangono invariate anche se a ciascun evento c'è qualche personaggio in meno.

• Se non hai ancora giocato con noi, o se hai giocato una volta sola, ti chiediamo tuttavia di confermare la tua volontà di partecipare versando tramite PayPal una caparra di 30€, all’atto della compilazione del modulo di iscrizione. Non prenderemo in considerazione le richieste di iscrizione da parte di nuovi giocatori che siano prive di caparra; ricorda di versarla tramite questo link quando ti iscrivi. Naturalmente, in caso i posti non bastino, restituiremo subito la caparra agli esclusi.

• Se hai già giocato almeno due larp con noi, non ti chiederemo nessuna caparra, ma ci aspetteremo che onori la tua promessa di partecipazione; ovvero, se ti iscrivi e poi disdici con meno di 45 giorni di anticipo rispetto al larp, ti chiederemo di saldare la quota a uno dei successivi eventi di Terre Spezzate, pena l’impossibilità di parteciparvi.

Modulo Iscrizione: Capitolo 1 | Capitolo 2 | Capitolo 3

Quote di partecipazione

Le quote qui riportate sono per ciascuno dei tre eventi:
• Iscrizione Standard: 60€
• Iscrizione Sostenitore: 90€
• Iscrizione Produttore Associato: 120€
• Iscrizione Nuovo Giocatore: 60€ - Almeno 15 posti non scontati, ma riservati a chi
non ha mai giocato un larp!
• Iscrizione Under 21: 40€ - Almeno 10 posti riservati a giocatori Under 21!
• Iscrizione "Ho bisogno di soldi": 40€ - solo 10 posti, non approfittarne se non ti serve!
Zombie Walk (contributo vitto & trucchi): 10€

Età minima

DEAD INSIDE è aperto a chiunque abbia 16 anni compiuti.
Se sei maggiorenne, puoi portare all'evento, sotto la tua responsabilità, un tuo parente anche minore di 16 anni; potrà scegliere un personaggio e giocare come tutti gli altri.
Se il tuo parente non ha 14 anni compiuti, può comunque venire ma non riceverà un personaggio completo; interpreterà un personaggio molto leggero, creato per l'occasione e definito semplicemente come un parente del tuo personaggio.
Esempio: Mario ha 28 anni, gioca a DEAD INSIDE e porta con sé Anna, sua cugina (o figlia, nipote, sorellina) di 11 anni. Mario sceglie di interpretare Richard Beckmann, un infermiere che l’apocalisse ha costretto a improvvisarsi medico. Durante il gioco, Anna "interpreterà" Sarah, la giovane figlia di Richard Beckmann.
Disclaimer: DEAD INSIDE è un larp con elementi horror e di sopravvivenza. Pur all’interno di una cornice di fantasia, tratta temi e situazioni cupe e violente, che potrebbero essere inadatti ai più piccoli. Parental discretion is advised.
 

CREDITS

DEAD INSIDE

Una campagna larp di Francesco Pregliasco e Chiara Tirabasso

Make Up Zombie
Alberta Avanzi, Francesco Beccalossi, Lorenzo Nicolosi, Sara Donnarumma, Vincenzo Citro. Con Andrea Capone, Diana Canzi, Francesca Virduzzo
Personaggi
Chiara Tirabasso. Con Alessia Boni, Anna Zordan, Davide De Alexandris, Davide Paonessa, Diego Martelli, Diego Mura, Domenico Lascala, Francesca Virduzzo, Giulia Spinato, Mario Di Cintio, Matteo Tusa, Mauro Scanagatta, Roberto Empiri, Sara Donnarumma
Regia
Chiara Tirabasso, Francesco Pregliasco, Marco Bielli
Logistica e scenografie
Chiara Tirabasso e Francesco Pregliasco, con Francesca Virduzzo, Francesco Beccalossi, Tommaso Nonvino
Con la collaborazione sul campo di
Fabio Spinelli, Federico Ferri, Giacomo Longhetti, Paolo Brizio

Con l'aiuto insostituibile di numerosi collaboratori, e un’orda di morti viventi

Grazie al sostegno dei munifici Produttori Associati: Daniela Camba, Gianfranca Bressan, Giulia Pionni, Lorenzo Latella, Luigi Maggi, Massimiliano Milano, Omar Safi, Pietro Villa, Valerio Borsò


DEAD INSIDE è un progetto di Terre Spezzate – www.grv.it
Life is too short to play bad larps

Puoi contattarci scrivendo a lupo@grv.it oppure alla Pagina Facebook Terre Spezzate